Phone: 972-2-6266592/3; Fax: 972-2-6284717; eMail fpp@bezeqint.net

Le mitiche rocce della salvezza e Gerusalemme.

EMMANUELE TESTA

Collectio minor 35

Pagine: 110
Prezzo: US $ 7.00

Il volume svolge un tema della storia delle religioni, discusso nella letteratura semitica assiro-babilonese ed ugaritica, demitizzato dalla Bibbia e localizzato dagli ebrei e dai giudeo-cristiani nella loro città santa, Gerusalemme
Dopo aver presentato la mappa del mondo antico, l'A. si sofferma a trattare delle colonne rocciose che sorreggono la terra e dell'invidia tra i monti sacri e i loro dèi protettori. Poi tratta delle mitiche quattro rocce sacre e della loro spiritualizzazione. Inoltre affronta il principio della "traslazione" in Sion dei vari elementi cosmici e della loro demitizzazione. La prima roccia sacra è YHWH come sûr localizzata nella pietra Shetiyah, sopra cui si fondava l'Arca nel Tempio; la seconda è la roccia di Abramo, identificata con la as-Sakhra nella spianata del Tempio a Gerusalemme; la terza è Cristo come roccia, localizzata nella santa Sion; la quarta è la roccia di Pietro, legata con il Calvario. Tutte e quattro le rocce si fondano sui miti cosmici e salvifici assiro-babilonesi e ugaritici.

SOMMARIO:Le mappe del mondo degli antichi popoli civili - Il materiale di costruzione della terra e del cielo - Invidia tra i monti e i loro protettori - Le quattro Rocce sacre e la loro spiritualizzazione - La "traslazione" in Sion dei vari elementi cosmici - Il limguaggio mitico demitizzato - Le quattro rocce della salvezza - Dio come roccia - Cristo come roccia - Abramo come roccia - I miti della zona occidentale e Pietro come roccia.

DESTINATARI:Studiosi di culture medio-orientali, teologi e biblisti che si occupano della inculturazione e dei problemi ecumenici e interreligiosi; biblioteche di università e di istituti di scienze religiose.

AUTORE: Professore emerito di Antico Testamento e Teologia Biblica nella Pontificia Università Urbaniana di Roma e nello Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme. Ha collaborato a varie campagne di scavi archeologici come specialista di Giudeo-cristianesimo. Della sua vasta produzione scientifica ricordiamo: Il Simbolismo dei Giudeo-cristiani (1962); Genesi, 2 vol. (1969 e 1974); Cafarnao: I graffiti della Casa di S. Pietro (1972); Herodion: I graffiti e gli ostraca (1972); Il Profetismo e i Profeti (1977); Maria Terra Vergine, 2 vol. (1985); The Faith of the Mother Church. An Essay on the Theology of the Judaeo-Christians (1992).

  FPP Main  



 

Please fill in our Guest book form - Thank you for supporting us!
Created / Updated Sunday, December 23, 2001 at 02:23:38 by John Abela ofm
Web site uses Javascript and CSS stylesheets - Space by courtesy of Christus Rex

© The Franciscans of the Holy Land and Malta

cyber logo footer