Franciscan Custody of the Holy Land - 06/03/2000 info: custodia@netvision.net.il
Tabga
Moltiplicazione dei Pani : tel: +972-6-6721061
Primato di Pietro: tel: +972-6-6724767
tel +972-6-6721059

Luogo campestre della prima Moltiplicazione dei pani e dei pesci Cappella del Primato di S. Pietro Luogo delle Beatitudini

"Non lontano (da Cafarnao) si vedono i gradini di pietra, sui quali stette il Signore. Là, presso il mare, c’è una campagna erbosa con fieno abbondante e molte palme e, lì vicino, sette sorgenti ognuna delle quali emette infinita acqua; in questa campagna il Signore saziò una moltitudine con cinque pani e due pesci. La pietra su cui il Signore depose il pane è divenuta un altare… Presso le pareti di quella chiesa passa la via pubblica, dove Matteo ebbe il suo telonio. Sul monte vicino c’è un luogo eminente (opp. una grotta) dove il Signore salì per dire le beatitudini". Questo testo, conservato in un opuscolo medioevale sui luoghi santi e attribuito alla pellegrina Egeria (381-384 d. C.), costituisce la miglior attestazione dei ricordi cristiani di Tabga, il cui nome proviene dalla deformazione del greco Heptapegon (sette sorgenti).

Nella pianura, tra le sorgenti, è situata la chiesa della moltiplicazione dei pani (rimessa in luce nel 1932 dal benedettino E. Mader), coi suoi antichi mosaici di genere nilotico e la celebre roccia sotto l’altare davanti alla quale sono rappresentati il pane ed i pesci che servirono a Gesù per sfamare le moltitudini. Sul monte vicino sorge il santuario delle beatitudini: quello antico, più in basso, presso la strada (scavato nel 1936 da p. Bellarmino Bagatti) e quello nuovo (arch. A. Barluzzi, 1938) sopra un poggio più elevato.

Tutto il luogo, ma soprattutto il monte soprastante, a partire dal IX sec., prese il nome di Mensa (dalla pietra venerata sotto l’altare della chiesa) mentre prendeva sviluppo il ricordo delle apparizioni di Gesù presso il lago, con gli episodi della pesca miracolosa e del primato di Pietro. Il monaco russo Daniele (XII sec.) attesta: "una chiesa, costruita in questo luogo, è consacrata ai santi apostoli". La chiesetta del Primato, presso il lago, fu ricostruita dalla Custodia di Terra Santa sopra i resti antichi nel 1933 e restaurata nel 1982. I santuari di Tabga sono stati ristudiati dal punto di vista archeologico dal p. Stanislao Loffreda nel 1968.

La vicina città di Magdala (patria di Maria Maddalena), oggi deserta, era una delle più ricche e importanti della Galilea. Gli scavi, condotti dai padri Virgilio Corbo e Stanislao Loffreda tra il 1971 e il 1977, hanno riportato alla luce parte della città romana (I sec. a.C. — IV sec. d.C.) e resti che suppongono la vicinanza di edificio ecclesiastico di epoca bizantina e araba (V-IX sec. d.C.).

More information and pictures available at our Capernaum site



Created / Updated Monday, March 06, 2000 at 10:53:41