Tabor logo

© franciscan cyberspot


MENU
  * Inizio
  * Vangelo
  * Trasfig. 1
  * Trasfig. 2
  * Trasfig. 3
  * Mc 9,2-10 A
  * Mc 9,2-10 B
  * Montagna
  * Emir
  * Documento
  * Preistoria
  * Pagani
  * Antico Test.
  * Rabbini
  * Greci
  * Romani
  * Crociati
  * Post-Croc.
  * Francescani
  * Esplorazione
  * Santuari
  * Nuovo
  * Oggi
  * Conclusione
  * Immagini 1
  * Immagini 2
  * Immagini 3
  * Immagini 4


Monte Tabor: IL TABOR NELLA PREISTORIA

(Teresa Petrozzi)

Sebbene la forma conica, quasi emisferica, del Tabor faccia pensare ad un vulcano, il monte è costituito da stratificazioni di calcare che posano ad ovest sul Cretaceo inferiore e a sud ed est sul Neocene. Verso est uno strato di basalto pleistocenico si sovrappone al calcare e, circa 100 m. al di sotto del pianoro che forma la vetta, corre uno strato di selce. Fu questo particolare genere di pietra ad attirare i primi esseri umani sul colle.

Nel 1925 Mallon reperì sul pendio ovest frammenti di utensili databili al Paleolitico I; nel 1964 Stockton individuò selci lavorate e determinò che quasi tutte risalivano al Paleolitico medio (e. 70.000-40.000 a.C.) e superiore (e. 35.000-15.000 a.C.). La disposizione dei pezzi era degna di nota. Pochi giacevano nelle caverne della cima, in parte naturali ed in parte adattate artificialmente. Questo fatto e la assoluta mancanza di sorgenti d'acqua portavano ad una conclusione: le caverne non erano state abitate, almeno nel senso pieno ed usuale dell'espressione. I pezzi, al contrario, risultavano abbondanti nella faccia di selce, ma pochi potevano essere riconosciuti come utensili finiti; nella massima parte si trattava di scarti. Stockton arrivò ad una seconda conclusione: l’uomo preistorico soleva prelevare il materiale dal monte, sgrossava i pezzi e quindi esportava i manufatti semi-finiti. Le tracce della presenza umana sul monte, sia prima che dopo il Paleolitico medio e superiore risultavano poche e incerte: alcuni frammenti parevano risalire al Paleolitico inferiore; altri reperti, fra i quali alcune lame sottili di selce, potevano provenire dal Mesolitico.


  Tabor MainOther Santuaries  
Queste epoche remotissime sono seguite da un periodo molto lungo di silenzio sia archeologico che letterario. Il Tabor riappare in epoca storica non più come cava di pietra ma come santuario pagano.


 

Please fill in our Guest book form - Thank you for supporting us!
Created/Updated July , 2005 at 18:22:04 by John Abela ofm ,E. Alliata, E. Bermejo, Marina Mordin
Web site uses Javascript and CSS stylesheets - Space by courtesy of Christus Rex

© The Franciscans of the Holy Land and Malta

cyber logo footer